Laghi di Monticchio

Descrizione

Situati alla falda sud occidentale del monte Vulture, occupano le bocche crateriche dell'antico vulcano. Pur comunicando tra loro, i laghi presentano un diverso colore: il Lago Piccolo ha un colore verdastro il Lago Grande verde oliva.

I laghi, entrambi di forma ellittica, sono separati da un istmo largo 215 m. Il Lago Piccolo ha una superficie di 16 ettari e perimetro di 1800 m, presenta sponde ripide che scendono fino ad una profondità di 38 m. Il Lago Grande con una superficie di 38 ettari e perimetro di 2700 m, occupa una cavità imbutiforme, con bassifondi estesi per gran parte del bacino, che solo a nord si inabissano fino a 36 m.

Il lago piccolo a quota 658 m viene alimentato da sorgenti subacquee, da qui l'acqua defluisce attraverso un ruscello con portata di 57 litri al secondo, nel Lago Grande, a quota 656 m. Entrambi i laghi hanno la temperatura più elevata dei laghi d’Italia. Tra le specie vegetali lungo le rive si ricordano  roveri e faggi, nelle acque le ninfee. Fra la fauna ittica di particolare tutela è l'alborella appenninica.

I due laghi sono situati all'interno della Riserva Naturale Regionale del Lago Piccolo di Monticchio e sono attorniati da diversi boschi di pini, abeti, castagni e faggi. L'ambiente, così, verdeggiante ed incontaminato permette a questa zona di divenire una meta ambita, da visitare soprattutto nelle stagioni estive. Questa destinazione è perfetta per tutti coloro che sono amanti del relax e di salutari passeggiate immerse nella natura, ma lo è anche per tutti coloro che hanno uno spirito avventuriero.

Nelle stagioni più calde è possibile effettuare piccole gite in barca o affittare pedalò per brevi escursioni, senza correre il rischio di danneggiare le caratteristiche ninfee bianche galleggianti che crescono naturalmente vicino la riva. Per gli appassionati del trekking, delle passeggiate a cavallo oppure in mountain bike, si ha la possibilità di optare per vari sentieri come, ad esempio, quello che, partendo dalla strada che porta ai laghi, si inoltra nei boschi di conifere e conduce fino all'Abbazia di San Michele Arcangelo. Negli stessi boschi è inoltre possibile cimentarsi nel bird-watching e, per i più fortunati, imbattersi nella Bramhea Europea, una rarissima specie di farfalla presente solo in questa zona del continente. In questa nuova avventura si ha l'opportunità di poter scegliere fra diverse attività.

Inoltre è inevitabile dover andare a visitare l'Abbazia di San Michele Arcangelo, che padroneggia dall'alto il Piccolo Lago ed offre un affascinante panorama su tutta la Riserva. L'Abbazia fu edificata dai monaci basiliani nell'VIII secolo e, nel corso degli anni, il complesso fu ereditato dall'ordine monastico dei Benedettini e quello dei Cappuccini. Oggigiorno, i primi due piani dell'Abbazia contengono il Museo di Storia Naturale del Vulture, in cui è possibile apprendere informazioni sulla formazione geologica dei laghi e scrutare reperti preistorici, oltre che della ricca fauna locale. Il museo è aperto al pubblico tutti i giorni dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 17:30, eccetto nei pomeriggi di lunedì e di domenica. Limotrofo alla badia, si può visitare la Grotta dell'Angelo San Michele, notevole per i dipinti del XI secolo che adornano le sue pareti. Si possono visitare le rovine dell'antica Abbazia di Sant'Ippolito distrutta purtroppo a causa di un terremoto.

Info

  • Laghi di Monticchio
  • Loc. Monticchio, 14 - 85020 Atella (PZ)
  • anno 10.000 a.C.


Percorsi correlati

dal Lago al Fiume, la strada del pane

A ridosso della Riserva delle Grotticelle fra boschi rigogliosi, attraverso la Frazione di Sant’Andrea, per giungere all’Abbazia di Monticchio.

  • Durata: 4 ore
  • Livello: Avanzato

dai Laghi al cuore del Vulcano

In arrampicata così come a scendere verso i Laghi di Monticchio, un fantastico percorso immerso nella Montagna simbolo di quest’area.

  • Durata: 3 ore
  • Livello: Avanzato

Da vedere nei dintorni

Sorgenti acque minerali

Descrizione

Disseminate nel bellissimo territorio del Vulture, millenarie sorgenti regalano purissime acque agli abitanti di questa terra e a chi, negli anni, ne ha saputo apprezzare le caratteristiche uniche. Immensa ricchezza ed indiscusso orgoglio per il territorio...

Fiumara di Atella _ i ponti

Descrizione

Dell'immenso lago che copriva l'intera Valle di Vitalba, oggi resta la Fiumara di Atella con i suoi affluenti che nella stagione delle piogge si ingrossano fino a diventare veri e propri fiumi. Un bacino idro-minerario importante per l'economia e l'habitat...

Stabilimenti acque minerali

Descrizione

Un'area ricca di sorgenti naturali su cui sono sorti 3 importanti stabilimenti di acque minerali che hanno dato vita a marchi importanti diffusi ed apprezzati in tutto il mondo. Acqua Lilia e Sveva (produzione Gruppo Coca-Cola), acqua Cutolo (recentemente...

Fiumara di Atella _ est

Descrizione

Dell'immenso lago che copriva l'intera Valle di Vitalba, oggi resta la Fiumara di Atella con i suoi affluenti che nella stagione delle piogge si ingrossano fino a diventare veri e propri fiumi. Un bacino idro-minerario importante per l'economia e l'habitat...